venerdì 3 febbraio 2012

Al Market

Anche la fila alla cassa del supermercato è piacevole quando davanti a te hai un'ancella, un angelo. Le casse aperte erano due, una veloce con poca gente, l'altra lenta con due persone sole davanti ma che avevano svuotato il negozio. Per una volta ho scelto quella lenta. Si poichè davanti a me c'era una figura celestiale, bionda, alta, longilinea, mani magre e dita affusolate, occhi chiari, volto scolpito, pelle chiara e liscia ove alcun liquido troverebbe attrito. Interessata allo sciopero dei camionisti, preoccupata a fare presto, aiutata dalla mamma ad inscatolare la spesa, dalle maniere dolci e molto femminili. Prima di avviarsi all'esterno e indossare il copricapo, come in una scena da film hollivudiano si è sciolta i capelli biondi che ha lasciato cadere lungo il viso. Uscita all'aperto con passo lento ma deciso, ha dato la mancia all'extracomunitario che l'ha aiutata a caricare in auto la grande spesa. Audi A3, mont clair, borsa Napapiry, 108 euro il conto pagato alla cassa. Ho seguito con attenzione ogni suo movimento, ogni suo gesto e ogni sua posa naturale. Si per la prima volta, forse, la lunga noiosa e stancante fila al supermercato è diventata piacevole. www.scubatrainer.net/eugeniomalaspina

Nessun commento:

Posta un commento