venerdì 10 febbraio 2012

Parentopoli

dire la verità al potere
Visti gli espluà dei Ministro Fornero sul posto fisso e quello del Ministro Cancelieri sui mammoni, non condivisi dal sottoscritto, e visti gli impieghi e degli incarichi dei loro bravissimi figlioli, sto pensando di pubblicare ogni giorno su questo blog un po' della parentopoli della Provincia di Rovigo. Che ne pensate? Forse ci renderemo ancora più conto che certi figli sono più meritevoli di altri figli. Non solo Bari, Milano, Roma, Palermo ma anche qui..

Per inciso, non faccio nulla per piacere ad altri, ma faccio tutto ascoltando la mia coscienza, a Lei solo rendo conto. E se facendo questo, strada facendo, la gente capisce e condivide ciò che faccio è bello ed estremamente positivo, ma tutto ho fatto e farò comunque anche senza consensi.

Non vorrei essere come il forte vento che soffia ora qui fuori dalla finestra. Raffiche di estrema violenza. Vento che piega e spezza, che sposta e trascina.

Vorrei essere una leggera brezza, che ristora nelle giornate calde, che rallegra nelle giornate fresche, che da gioia.

A volte, e soprattutto in certi ambienti, questo non basta e la tormenta si scatena.


Soprattutto non lascerò che il vento del qualunquismo, della massa mi inglobi e mi trascini.



Sant’Agostino:
 "Sarai libero, se ti farai servo; libero dal peccato, servo della giustizia! "





8 commenti:

  1. Buon lavoro. Avrai molto da scrivere. Gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.... ma sarà un piacere

      Elimina
  2. Cosa ne pensano i politici rodigini su parentopoli?

    RispondiElimina
  3. si ma invece di kontinuare a linkare qvesto post inizia a scrivere sennò diventi noioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dici che i fratelli di ex onorevoli e consiglieri regionali lavorano in un dato ente, o che il padre ha fatto assumere figlia e genero nello stesso ufficio dove lavora lui sei passibili di denuncia anche se hai narrato un fatto oggettivo incontrovertibile.

      Elimina
  4. semo ncora drio spettare ca te scrivi, hai fatto oggi un opost che non dice niente più dell'ovvio.A casa mia se dise tanto fumo poco arrosto. Se te ga da dir qualcossa dillo, sennò mollaghea

    RispondiElimina
  5. PER UNA FRASE DA POCO E' STATO CENSURATO E SEQUESTRATO UN INTERO SITO: WWW.VAJONT.INFO.
    SE FACCIO I NOMI CHE CAVOLO MI FANNO?

    http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/02/17/news/giudice_chiude_sito_scilipoti-30053511/

    RispondiElimina